UN DELFINO IN ARNO

Un delfino in Arno. Sembra un film, un racconto poco realistico eppure è proprio così.

Ha voluto festeggiare così la fine dell’anno il tursiope di due metri e mezzo che proprio dal 31 dicembre 2016 ha fatto la sua comparsa nelle acque del fiume di Pisa.

Ormai da decine di giorni un delfino si è stabilito nelle acque del fiume della città di Pisa.

Ai primi avvistamenti si è cercato anche di riportarlo al mare sicuri che avesse perso l’orientamento seguendo branchi di muggini.  Si pensava che fosse rimasto disorientato dai ponti, la cui ombra sul fiume poteva avergli impedito di tornare indietro. Ma lui è riapparso e a dispetto di tutte le teorie scientifiche si trova ancora lì a dare spettacolo.

I biologi ritengono che le acque del fiume siano abbastanza salate da farlo sopravvivere e lui sembra a suo completo agio in quel tratto del fiume tra il ponte dell’Aurelia e quello del  Cep, a circa 9 km dalla foce.

Probabilmente le acque basse di questo periodo hanno favorito l’alta salinità che impedisce danni al delfino. Ma anche con la piena degli ultimi giorni il delfino sembra trovarsi benissimo in Arno.

E già partito da diversi giorni il toto-nome ed in molti grandi e piccini si fermano lungo l’Arno per vederlo affiorare dalle acque anche un solo istante.

Anche noi non abbiamo resistito e ci siamo fermati a vederlo. Uno splendido pomeriggio di sole, l’aria primaverile che ci riscalda, le acque dell’Arno che risplendono, emozionati ci avviciniamo al bordo del fiume con la convinzione che non sarà facile vederlo.

E invece…

IMG_0228

Non abbiamo scattato foto, eravamo troppo presi, estasiati dai suoi movimenti che erano quasi un volteggiare: gli occhi fissi sull’acqua per cogliere ogni movimento e poi eccolo che sbuca quasi a voler farsi vedere, consapevole del suo pubblico.

Certo si tratta di un raro evento di straordinaria bellezza.

Se avete in programma  una gita a Pisa quale periodo migliore? Avrete anche voi l’occasione di vedere il delfino, magari prima che riprenda forse un giorno il suo corso in mare lasciandoci un dolce ricordo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *